Cambio di vocale, involontario

Tommy sta mangiando la minestra e allunga un braccio.

Raffy gli fa: “Attento, che così ti cade nel piatto il… manico” (lapsus)

Mamma: “Raffy… si dice manica”.

E Nunu: “Bè, i maschi hanno il manico, e le femmine la monica!

[ecco, poi uno dice i doppi sensi…]

Annunci

Si apra il dibattito!

Ieri sera a casa

Tommaso: “Possiamo cenare davanti ai cartoni?”
Mamma: “No, si sta a tavola tutti insieme, così possiamo parlare del più e del meno…”
Nunu: “Il più e il meno sono due segni usati in matematica”.
T.: “No, sono due parole”.
N.: “E’ vero, in italiano servono ad esempio per i comparativi di maggioranza e di minoranza, ma in matematica servono per le operazioni”.
Raffaele: “Perché non parliamo del 4 e del 10?”
T.: “E perché non del 3 e del 10?”
R.: “Perchè a scuola non danno 3”.
T.: “Da me sì”.

Mamma: “Ok, andate a mangiare davanti ai cartoni…”

[L’hanno presa per sfinimento]

Desideri modesti

Mamma: “Dài, facciamo la lista di quel che vogliamo se vinciamo al Superenalotto!”
Tommy: “Ok, ci compriamo una bella villa con giardino a Mestre…”
Io: “Mestre? Ma è meglio Venezia, scusa…”

Tommy: “Ma a Mestre ho gli amici!”

[ok, non mi trasferisco più…]

Misoginie

Tommy è scontento: “Mi hanno cambiato banco, e adesso sono in mezzo a gente noiosa”.
“E chi sono?”.
“La Giorgia, l’Elisabetta, la Bea…”

[ah, non erano noiose, erano femmine…]

Sorprese didattiche

Tommy, ormai in terza media:
“La prof. ha chiesto a me e a Giuseppe (suo compagno) di fare una centrale idroelettrica. E la possiamo portare anche all’esame”.

[Non sapevo di questo “talento”. A meno che non riproduca il Vajont…]

Nativi

Oggi, a Tommy:

“Sai che sul tuo profilo Facebook ho visto che hanno pubblicato alcune foto del tuo campo di reparto?”

T.: “Chisseneimporta? Tanto ci fanno il powerpoint…

[il signore sceglie offline…]

Bimbi cresciuti

Tommy ha fatto la cena con gli amici per il suo 13/mo compleanno. Tutti ragazzotti con la voce che sta cambiando, qualche peluria sotto il naso. Scherzano su scoregge, ridacchiano coi vocioni.

Poi si siedono a tavola e…

“Famefamefamesete Famefamefamesete Fa’
Grazie o Signore che anche oggi ci fai mangiar!”

[ok, sono ancora bei bambinoni…]