Consigli linguistici

Nunu: “Mamma, se ti dico una parola, mi dici se è una parolaccia?”

Mamma: “ok”

N.: “IONICO!”

M. (semisoffocata da un accesso di riso): “No, ma è meglio se non la dici…”

N.: “Lo so, soprattutto se non la dico tante volte”

[Più sgamata di così…]

Annunci

Calcio-spettacolo

Nunu legge una fiaba. In un punto c’è scritto:

“… color biancazzurro…”

“MAMMA! E’ una parolaccia!”

[non sapevo fosse romanista…]

Turpiloquio astratto

Eleonora: “Mamma, è vero che le parolacce come c***o non si devono dire?”

Mamma (dopo un mezzo coccolone): “Certo che no! Chi te l’ha insegnata?”

E.: “Nessuno. La mia mente me l’ha detto, ma adesso io non ho detto c***o, ho detto una frase. Vero che se uno dice c***o tu lo gridi?

M.: (senza parole)

[in fondo è un po’ un’autoregolamentazione…]

Autocensure

(ricevo e pubblico da Mamma Luisa)
Lunedì mia figlia A (9 anni) si è arrabbiata con me perchè non è potuta andare in piscina
e dopo vari spropositi e io che le dicevo che se parla a sproposito non può vedere le sue amiche,
ha cominciato a dirmi “certo che sei proprio testarda”
e io “si, se parli a sproposito sono testardissima”
alla fine ha esordito dicendo
…sei proprio una BIP!!!
Io: Bip? e cosa vuol dire
A: Ti dico Bip per non dirti una parolaccia!!!   L’ho sentito dire in colonia.