“Amor mio dame da bever…”

Oggi morta nonna Adalgisa. Aveva 93 anni ed stata la pi bella nonna che ci si potesse immaginare.
Allegra e amorevole con noi nipoti “tocchi de rufiani”, mi ha insegnato molte cose, sempre in veneziano.
I suoi pronipoti se la sono goduta anch’essi per un po’, ascoltandola e non capendo molto di quel veneziano “s’cieto” che lei non ha mai abbandonato.
Lei che ha sempre vissuto da sola e che da sola ogni giorno se ne andava a trovare le figlie; lei che – come tutti i veneziani – era nata nelle “parti alte” della citt (A Venezia le “parti basse” sono sempre altrove…). Lei che non si mai ammalata seriamente, e se n’ andata lottando, con quella forza proveniente da anni di guerre e fame.
Uno dei tanti ricordi belli quella favola delle “tre naranse”, che ci raccontava su richiesta tutte le volte che volevamo, prima di dormire, o davanti al vassoio con il t e i biscotti.
Di quei racconti mi resta impresso il ritornello, quasi musicale:
“Amor mio dame da bever” – “Amor mio, mi no ghe n’ho” – “Amor mio, mi morir”.

[Ciao dal tuo “principino”]

Annunci

4 Comments

  1. Anch’io ho avuto la fortuna di una nonna per la quale sono sempre rimasto il suo “mimn”, fino a due anni fa. Ciao, un abbraccio.

  2. ciao! come vedi sono tornato a spizzichi e bocconi, come la mia vita di questi tempi.
    mi spiace per tua nonna. per il resto come ti va?
    un abbraccio

I commenti sono chiusi.