Quando si dice la furbizia

Stamattina li accompagno a scuola uno alla volta, perché Tommy entra più tardi (assemblea maestre), e la Nunu è a casa smocciolante.
Parto con Raffy. “Vuoi stare sul seggiolino o sulla canna della bici?” – “mmmm (secondi su secondi) seggiolino”.
La bici è bagnata, così prendo uno straccetto per asciugare sellino e seggiolino. Credo di aver fatto tutto, quando Raffy prende lo straccetto e… pulisce anche la canna della bici. Precisino…
Sistemato uno, vado a prendere Tommy. “Dài, che faccio colazione a bar (manca latte a casa) poi ti porto a scuola”.
“Papà, mi hai messo la merenda nello zaino?”
“No, adesso te la metto”
“Aspetta, ti dico una cosa all’orecchio”
Mi piego per ascoltare…
(sottovoce) “Senti, facciamo che prendi una brioche in più, e me la metti come merenda?”

[capito?…]

Annunci